Accedi | Registrati

I PRECURSORI

 

INTERCETTAZIONE PRECOCE DEI DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO

Progetto con GLOBAL GRANT della Rotary Foudation


SOGGETTI COINVOLTI
Rotary Vicenza Berici, Rotary Foundation Evanston Illinois USA, Rotary Antibes Francia, reparto ALSS8 di Neuropsichiatria Infantile di Vicenza, Associazione ABAut ONLUS, Camisano.

 

SCOPO

Il Rotary Club Vicenza Berici, in sintonia con lo spirito fondante della Fondazione Rotary, che ha tra le proprie azioni prioritarie la prevenzione e cura delle malattie, sta predisponendo il progetto Global Grant “Early Detection and Intervention on Neurodevelopmental Disorders”, “Diagnosi precoce e intervento sui disturbi del neurosviluppo”, rinominato “Precursori”. Il progetto sarà cofinanziato dal Rotary Club Vicenza Berici, Italia, dalla Rotary Foundation, Evanston, Illinois, USA e dal Rotary Club Antibes, Francia, oltre che dai Distretti Rotary 2060 (Italia) e 1730 (Francia).

BUDGET

USD 41.000 (8.000 RC Vicenza Berici, 3.500 RC Antibes Jouan Les Pins, 8.000 Distretto 20160, 3.500 Distrett 1730, 18.000 Rotary Foundation)

DESCRIZIONE PROGETTO:

L’obiettivo atteso è quello di sostenere, nella fase di avvio, una importante ed urgente esigenza espressa dal reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’ULSS 8 di Vicenza per il territorio della città berica, cioè quella di affrontare in modo strutturato, in primis negli asili nido comunali, ma conseguentemente nelle scuole primarie, la diagnosi dell’ampio insieme di disturbi del neurosviluppo fin dall’insorgere dei primi minimi segnali nella popolazione dei bambini compresi tra i 18 mesi e i 3 anni di età.

La metodologia del progetto ha un contenuto innovativo di alto valore non solo per i nidi e le scuole dell’infanzia e primarie della città di Vicenza, ma anche come potenziale propulsore di una più ampia strutturazione delle strategie di intervento  a livello regionale.

Riguarda la definizione di un protocollo di valutazione che dovrà necessariamente essere validato e affinato, la conseguente formazione delle educatrici dei nidi in modo che possano, con questo strumento, osservare, in un modo oggettivo ed efficace, i bambini con difficoltà del tipo suddetto, per poi iniziare a sviluppare le azioni appropriate di terapia. Sarà rivolto anche agli insegnanti delle scuole primarie, per arrivare ad avere un inserimento equilibrato e un effettivo coinvolgimento di bambini con queste difficoltà nell’insieme della classe e con la partecipazione dei componenti di essa.

Saranno inoltre dedicate ai genitori delle sessioni specifiche, cosicché si raggiunga una continuità e permanenza di azione e stimolo anche nell’ambito della famiglia.

Il progetto seguirà un percorso scientifico coordinato e supervisionato dal reparto di Neuropsichiatria Infantile di Vicenza, che si avvarrà per le fasi formative e di sostegno anche dell’Associazione Onlus ABAut, ente di provata capacità nella metodica ABA.